Gli Articoli di Nicola Rivieccio - Giornalista

Made in Italy

Mediterranea: vince la sfida mondiale diete - Mediterranea: the world diets challenge wins

immagine in primo piano


Mediterranea: vince la sfida mondiale diete
Mediterranea: the world diets challenge wins


La dieta mediterranea si è classificata come migliore dieta al mondo del 2019 davanti alla dash e alla flexariana. Lo rende noto la Coldiretti sulla base del best diet ranking 2019 elaborato dal media statunitense U.S. News and World Report, noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori. La dieta mediterranea ha vinto la sfida tra 41 diverse alternative con un punteggio di 4,2 su 5 grazie agli effetti positivi sulla longevità e ai benefici per la salute, tra cui perdita e controllo del peso, salute del cuore e del sistema nervoso, prevenzione del cancro e delle malattie croniche, prevenzione e controllo del diabete. Il primato generale della dieta mediterranea – precisa la Coldiretti - è stato ottenuto grazie al primo posto in ben cinque specifiche categorie: prevenzione e cura del diabete, mangiare sano, benefici per il cuore, componenti a base vegetale e facilità a seguirla. A contendere la vittoria della dieta mediterranea sul podio sono state quella dash contro l’ipertensione che si classifica al posto d’onore e la flexariana, un modo flessibile di alimentarsi. Al quarto posto la dieta mind che previene e riduce il declino cognitivo e la storica dieta ipocalorica weight watchers. Si tratta di un ulteriore riconoscimento per la dieta mediterranea che è un tesoro del Made in Italy che ha consentito all’Italia di conquistare con ben il 7% della popolazione, il primato della quota più alta di ultraottantenni in Europa davanti a Grecia e Spagna, ma anche una speranza di vita che è tra le più alte a livello mondiale ed è pari a 80,6 per gli uomini e a 85 per le donne. Un ruolo importante per la salute che è stato riconosciuto anche con l’iscrizione della dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco il 16 novembre 2010. L’apprezzamento mondiale per la dieta mediterranea fondata principalmente su pane, pasta, frutta, verdura, carne, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari si deve agli studi dello scienziato americano Ancel Keys che per primo ne ha evidenziato gli effetti benefici dopo aver vissuto per oltre 40 anni ad Acciaroli in provincia di Salerno. Il nuovo riconoscimento rappresenta anche la risposta ai bollini allarmistici fondati sui componenti nutrizionali che alcuni Paesi, dalla Gran Bretagna al Cile, stanno applicando su diversi alimenti della dieta mediterranea sulla base dei contenuti in grassi, zuccheri o sale, Un marchio infamante che favorisce i prodotti artificiali e – evidenzia la Coldiretti – colpisce già oggi ingiustamente le confezioni di extravergine Made in Italy, il prodotto simbolo della dieta mediterranea.


The Mediterranean diet has been classified as the best diet in the world of 2019 in front of the dash and the flexariana. This was announced by Coldiretti on the basis of the best diet ranking 2019 elaborated by the U.S. News and World Report, known globally for the preparation of rankings and advice for consumers. The Mediterranean diet won the challenge among 41 different alternatives with a score of 4.2 out of 5 thanks to the positive effects on longevity and health benefits, including weight loss and control, heart and nervous system health, prevention of cancer and chronic diseases, prevention and control of diabetes. The overall primacy of the Mediterranean diet - states Coldiretti - was obtained thanks to the first place in five specific categories: diabetes prevention and treatment, healthy eating, heart benefits, plant-based components and ease of follow-up. To contend the victory of the Mediterranean diet on the podium were that dash against hypertension that ranks in the place of honor and the flexariana, a flexible way of eating. In fourth place is the mind diet that prevents and reduces cognitive decline and the historical low-calorie weight watchers diet. This is a further recognition for the Mediterranean diet which is a treasure of the Made in Italy that has allowed Italy to conquer with 7% of the population, the record of the highest percentage of over-80s in Europe in front of Greece and Spain, but also a life expectancy that is among the highest in the world and is equal to 80.6 for men and 85 for women. An important role for health that was also recognized with the inclusion of the Mediterranean diet in the list of the intangible cultural heritage of the humanity of the Unesco on 16 November 2010. The worldwide appreciation for the Mediterranean diet based mainly on bread, pasta, fruit, vegetables, meat, extra virgin olive oil and the traditional glass of wine consumed at the table in regular meals is due to the studies of the American scientist Ancel Keys who first highlighted its beneficial effects after living for more than 40 years in Acciaroli in the province of Salerno. The new recognition is also the answer to alarmist stamps based on nutritional components that some countries, from Great Britain to Chile, are applying on different foods of the Mediterranean diet on the basis of the contents in fats, sugars or salt, an infamous brand that favors the products Artificial and - highlights Coldiretti - already today unjustly affects the Made in Italy extra-virgin packaging, the symbolic product of the Mediterranean diet.

 

 

 

 

-dieta mediterranea ( --dieta mediterranea )

















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.