Gli Articoli di Nicola Rivieccio - Giornalista

Made in Italy

ELITE DEGLI CHEF ED ECCELLENZE PRODUTTIVE: GUSTUS 2017 SPOSTA AL SUD IL BARICENTRO DEL BUSINESS AGROALIMENTARE ITALIANO La quarta edizione dell’Expo dei Sapori Mediterranei ideata da Progecta ospiterà oltre 70 eventi a partire dal Congresso della Federazione Cuochi Italiani: 1000 chef si confronteranno sull’evoluzione della figura professionale.

immagine in primo piano


Mancano appena due settimane all’inaugurazione della quarta edizione di GUSTUS, l’Expo dei Sapori Mediterranei che quest’anno, nell’area fieristica della Mostra d’Oltremare, ospiterà oltre 70 eventi nei 3 giorni di lavoro tra dimostrazioni, esibizioni, performance, prove tecnologiche, corsi di formazione presso gli stand degli espositori e le sale convegni.
Momento clou fra gli appuntamenti di GUSTUS sarà il Congresso della Federazione Italiana Cuochi. Giunto alla sua ventinovesima edizione, l’evento si svolgerà per la prima volta a Napoli per consacrare nel cuore del capoluogo campano la cultura mediterranea delle eccellenze gastronomiche.
GUSTUS 2017 si annuncia quindi ancora più ricco ed interessante rispetto alle passate edizioni che pure avevano proposto e rilanciato i temi legati alla diffusione e commercializzazione in Italia e all’estero delle eccellenze agroalimentari del territorio.
La consacrazione di GUSTUS arriva anche dalla presenza annunciata fra gli espositori di brand di primo piano dell’industria agroalimentare italiana ed internazionale con il debutto, fra gli altri, di Barilla, Zanussi, Accademia Macelleria Italiana, Surgital, Baldi, Cupiello, Royal Grillen e tanti altri.
Secondo le previsioni della Federazione dei Cuochi, nel corso dei tre giorni di lavori il Congresso FIC vedrà la presenza di oltre 1000 chef italiani e stranieri; fra questi non mancheranno i grandi nomi che si sono affermati grazie alla loro professionalità e che oggi sono diventati volti familiari anche al grande pubblico grazie ai tanti canali tematici ed alle trasmissioni televisive dedicate alla cucina ed alla ristorazione.
Tema dell’appuntamento 2017 con la platea nazionale degli chef è ‘Cuoco C6’, per indicare ironicamente l’aspirazione ad esserci, incontrarsi e declinare, in continuità con il precedente congresso (cuoco 3.0), almeno 6 attitudini indispensabili all'esercizio della professione:

Consapevolezza, Creatività, Competenza, Condivisione, Curiosità e Cuore

Il congresso, organizzato da Federazione Italiana Cuochi e dall'Unione Regionale Cuochi Campani, aprirà anche quest'anno le porte al grande pubblico e insieme a tanti partner d'eccellenza favorirà un esteso dibattito ed importanti momenti di confronto sull'enogastronomia nazionale ed internazionale.

In vetrina l’eccellenza agroalimentare

Nel solco del precedente, anche il congresso di Napoli prevede un programma ricco di contenuti, con la collaborazione di operatori dell'offerta enogastronomica italiana e internazio­nale. Negli spazi di Gustus alla Mostra D'Oltremare saranno attive aree espositive dedicate che faranno da cornice all'attività del palco principale. In queste aree sono previste degustazioni tematiche, "wine tour" alla scoperta delle grandi denominazio­ni campane, incontri con aziende e produttori d'eccellenza del settore Horeca, per tracciare una mappa dei gioielli dell'agroalimentare nazionale e regionale, insieme a workshop, seminari e incontri monotematici sul futuro del settore.

Dalle ore 10.00 alle 19.00, ogni venti muniti, si avvicenderanno invece sul palco centrale: cooking show dei migliori professionisti italiani ed internazionali, master class di chef stellati, esibizioni della Nazionale Italiana Cuochi FIC, insieme a confe­rence ed interventi di opinion leader, giornalisti di settore ed istituzioni. Tutto ciò al fine di delineare, nel rapporto con altri modelli gastronomici e attraverso la presen­tazione di esperienze esemplari nazionali ed internazionali, il complesso panorama della nostra ristorazione e più in generale di una cucina ed alimentazione mediterra­nea a vocazione territoriale.

Particolarmente vivo sarà perciò il confronto con i rappresentanti internazionali di altre federazioni Worldchef dell'area mediterranea e delle Delegazioni Estere FIC, per ricostruire attraverso le loro testimonianze e con il contributo di alcune istituzioni l'ambito e la penetrazione della cucina italiana all'estero.

Infine, l'ultima giornata sarà dedicata al tema della formazione delle nuove genera­zioni attraverso l'Agorà dei Giovani Cuochi, opportunità per aprire un ampio dibattito sul futuro più prossimo della professione ed insieme ad essa della stessa cucina italiana.

Tante anche le iniziative per porre sotto ai riflettori internazionali la paternità dei primati produttivi italiani nella dieta Mediterranea, non soltanto quello dei prodotti regionali, primo fra gli altri quello campano, ma anche il patrimonio di idee, soluzioni trasformazioni, punti di forza proprio della dieta mediterranea.


 

 

-logo gustus ( -logo gustus )

















Copyright © 2016 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.