Le Ricette di Pasquale Franzese - Chef

Pasquale Franzese

             

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 16/04/2019 alle ore 07.11.30

Ricci di patate con uova in camicia al bacon "pommes de terre aux œufs pochés et au bacon"

Uova, formaggi

Questa ricetta, nel giorno 21-08-2019, è stata vista 0 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 0 volte, nel 2017 è stata vista 0 volte,
e nel 2018 è stata vista 0 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Autore della Ricetta:

Pasquale Franzese

Chef/Docente di enogastronomia

Dosi per: 10

n° 12 uova grandi bio
1,2 kg patate "cotte e schiacciate"
n° 10 fettine di pancetta "tostate in padella"
100 ml olio evo
5 gr pepe
20 gr sale
100 gr formaggio pecorino sardo "grattugiato"

Regione: Sardegna

Esecuzione:

Nella bastardella mescolare le patate con due uova, formaggio, sale, pepe e 40 ml di sale.
Su carta da forno formare con la sac a poche dei cerchi ovali utilizzando il beccuccio fesonato, avendo cura di avere dei bordi leggermente più alti del centro.
Infornare a 180°C per 12/15, fino a quando non caramellizza la crosta esterna.
In una pentola alta, portare a temperatura l'acqua acidula max 80°, formare un piccolo vortice con il cucchiaio da cucina e versare le uova.
Quando l'albume si è solidificato procedura intorno ai 4 min. immergere le uova nell'acqua fredda.
Togliere le uova dall'acqua fredda e mettere in un vassoio.
Tagliare la pancetta tostata a pezzi ed adagiare al centro dei ricci di patate.
Adagiare l'uovo su ogni patata, oleare con un pò di olio la superficie, salare ed infornare a 100°C per 10min.
Servire il riccio tiepido.

Vino:

Cantina Piero Mancini: Angedras Frizzante.
Vino piacevolmente frizzante da uve bianche, vendemmiate in anticipo e sottoposte a leggera spremitura.

Note:

L’Artusi le chiamava uova affogate e spiegava come rompere le uova, anzi “scocciarle” e farle scivolare in acqua “quando l’acqua bolle e farle cadere da poca altezza”. Il gesto: è tutto lì. Quando la chiara è ben rappresa e il torlo non è più tremolante, levatele con la mestola forata e conditele con sale, pepe, cacio e burro”. I francesi lo chiamano uovo poché, non è altro che la versione francese del nostro uovo cucinato in camicia o affogato. Il termine poché (participio passato di "pocher") in francese viene prevalentemente utilizzato per indicare questo tipo di cottura, quindi "affogare" o "cuocere in camicia". I francesi le accompagnano con base di panna acida ed erba cipollina, oppure degli spinaci saltati o caviale, che garantisce anche un bell'effetto cromatico.
il mio primo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=914360
il mio secondo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/cucina/88462/i-segreti-del-pizzaiolo/

 

 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


-Ricci di patate con uova in camicia al bacon  ( - )

-Ricci di patate con uova in camicia al bacon  ( - )

-Ricci di patate con uova in camicia al bacon  ( - )















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.