Le Ricette di Luigi Farina - Blogger

Luigi Farina alias Il Cuochino

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 27/07/2016 alle ore 22.34.01

Pasta con i broccoli arriminata

Primi - Pastasciutte

Cuochino d'Oro 2017


voti ricevuti: 37

Questa ricetta, nel giorno 19-02-2018, è stata vista 73 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 1.288 volte, nel 2017 è stata vista 13.617 volte,
e nel 2018 è stata vista 2.843 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Dosi per: 10

1 cavolfiore verde
5 filetti di sarde salate
2 cipolle medie o un mazzo di scalogni
1 spicchio d'aglio
50 g. di pinoli
50 g. di passoline
1 bicchiere di vino bianco secco
2 bustine di zafferano a fili
300 g. di olio extra-vergine d'oliva
800 g di pasta

Regione: Sicilia

Esecuzione:

Pulire e tagliare il cavolfiore a fiocchetti, lessarlo in abbondante acqua salata. Scolarlo e conservare l'acqua di cottura.
Tritare la cipolla e l'aglio e farli rosolare in un tegame con l'olio extra-vergine d'oliva, farvi sciogliere i filetti di sarde salate, già lavati e deliscate, aggiungere la passolina e i pinoli, quindi bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare. Aggiungere il cavolfiore spezzettato e mescolare bene con un cucchiaio di legno, insaporire con lo zafferano precedentemente sciolto in un poco d'acqua, quindi continuare la cottura per qualche minuto, mescolando di tanto in tanto.
Cuocere la pasta nell'acqua dei cavolfiori bollente, scolarla al dente, quindi maneggiarla con metà della salsa.
Disporre la pasta così condita su un piatto da portata, versarvi sopra la salsa rimasta e servire.

Note:

Questo piatto può essere gustato anche freddo. Molto buono se gratinato in forno, dopo averlo cosparso con del pangrattato leggermente abbrustolito.
In Sicilia per "broccoli" si intendono i cavolfiori, per questa ricetta si usano i cavolfiori verdi.
Nell'esecuzione della ricetta abbiamo usato le reginelle, ma si possono usare anche maccheroncini o bucatini.


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità



















Copyright ©2018 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.