Le Ricette di Luigi Farina - Blogger

Luigi Farina alias Il Cuochino

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 08/02/2018 alle ore 17.35.15

Bugie

Biscotti, dolci fritti

Questa ricetta, nel giorno 08-12-2018, è stata vista 0 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 0 volte, nel 2017 è stata vista 0 volte,
e nel 2018 è stata vista 774 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Dosi per: 6

farina 500 g
uova 2
tuorli 2
zucchero 2 cucchiai
limone 1
brandy 1 bicchierino
burro 30 g
zucchero a velo 2 cucchiai
sale 1 pizzico
olio di semi d'arachidi q.b.

Esecuzione:

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente.

Grattugiate la buccia del limone.

Setacciate la farina e disponetela a fontana nella spianatoia. Aggiungete al centro lo zucchero, il pizzico di sale, le uova e i tuorli, la buccia grattugiata del limone, il burro e il brandy. Lavorate gli ingredienti, aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete l'impasto così ottenuto in un foglio di pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 30 minuti in un luogo fresco. Trascorso tale tempo riprendete l'impasto, togliete la pellicola trasparente, quindi stendetelo a formare una sfoglia sottilissima. Quindi tagliate tanti rombi con una rondella dentellata.

Mettete in una padella capiente abbondante olio di semi d'arachidi, fatelo scaldare, facendo attenzione che non diventi bollente, quindi friggete poco alla volta i rombi finchè non risulteranno dorati e croccanti. Scolateli e riponeteli su un foglio di carta assorbente, rigirandoli delicatamente per togliere ogni residuo di olio di frittura.

Fate attenzione che la quantità d'olio sia sempre sufficiente, aggiungendone se necessario.

Una volta freddi, cospargeteli con lo zucchero al velo, poneteli sul piatto di portata e servite.

Note:

Dolce tipico di carnevale.

Secondo la regione cambia leggermente la ricetta, si può usare al posto del brandy qualche altro liquore o del vino, ma sopratutto cambiano le forme, possono essere dei rettangolini stretti e lunghi, dritti, attorcigliati o annodati, dei rettangoli ampi tagliati su un lato o al centro, ...

 

 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


bugie ( - )

















Copyright ©2018 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.