Le Ricette di Andrea Barone - Chef

Andrea Barone

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 17/02/2015 alle ore 16.23.42

Risotto al radicchio trevigiano con gamberi rossi di Mazara del Vallo in colatura di provola di bufala

Riso

Questa ricetta, nel giorno 19-05-2019, è stata vista 6 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 1.145 volte, nel 2017 è stata vista 9.030 volte,
e nel 2018 è stata vista 12.476 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Autore della Ricetta:

Chef Andrea Barone

Chef Di Cucina

Dosi per: 4

Riso Carnaroli o Parboiled Gr. 280
Radicchio Trevigiano Gr. 120
Provola di Bufala Gr. 200
Sedano, Carote e cipolle Pz 2+1+1
Patata a pasta gialla Gr. 200
Zucchine Gr. 100
Mascarpone Gr. 50
Gamberi rossi Gr. 200
Vino bianco secco 100cc
Erba cipollina 4 fili
Panna da cucina 1 Cucchiaino
Olio Evo q.b.
Sale e pepe q.b.

Regione: Basilicata

Esecuzione:

Preparare un ottimo brodo soffriggendo in poco olio Evo sedano, carote, cipolle, patate, zucchine tagliate a cubetti, gambi di prezzemolo ed i carapaci dei gamberi. Sfumare con poco vino bianco e aggiungere l’acqua. Salare a fine cottura. Nel frattempo lavare le foglie di radicchio, tagliarle a Julienne e tenerle da parte. Aprire a mo di butterfly i gamberi rossi;
Tostare il Riso Carnaroli, in mancanza andrà bene anche il Parboiled, sfumare con il restante vino bianco ed iniziare la cottura aggiungendo man mano che necessita il brodo precedentemente preparato. A tre quarti di cottura aggiungere il radicchio;
Nel frattempo tagliare a cubetti la Provola di Bufala, posizionarla in un recipiente adatto al microonde, coprirlo con della pellicola e tenerla in forno finché non rilasci totalmente il proprio liquido di governo;
A fine cottura legare con il mascarpone e se necessario aggiungervi anche il cucchiaino di panna da cucina, i gamberi, qualche filo di erba cipollina tagliuzzata;
Assemblaggio: Servire in una fondina aiutandosi con un coppapasta e versarvi in giro la colatura di bufala. Decorare con fili di erba cipollina.

Vino:

Vino Aglianico d'annata.

 

 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità



















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.