Le Ricette di Pasquale Franzese - Chef

Pasquale Franzese

             

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 15/03/2018 alle ore 05.30.10

Sa panada fritta con carciofi e patate

Antipasti caldi

Questa ricetta, nel giorno 22-07-2019, è stata vista 0 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 0 volte, nel 2017 è stata vista 0 volte,
e nel 2018 è stata vista 33.923 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Autore della Ricetta:

Pasquale Franzese

Chef/Docente di enogastronomia

Dosi per: 20

Impasto della pasta per panadas:
500 gr semola fine, 500 gr di farina 00, 250gr di strutto, 10 gr sale, acqua ml 300/400

Ripieno:
600 gr carciofi "puliti, tagliati a fettine e cotti a vapore"
500 gr patate "tagliate a cubetti e cotte a vapore"
10 gr aglio
10 gr prezzemolo tritato
100 ml olio evo

Regione: Sardegna

Esecuzione:

Ripieno:
Mescolare tutti gli ingredienti e formare un impasto elastico e resistente.
Ripieno:
Nella padella imbiondire l'aglio con olio, versare i carciofi, le patate e spadellare per qualche minuto.
Insaporire a fiamma spenta con sale e prezzemolo.
Assemblaggio:
Stendere la pasta a 3mm, copparla con un disco da 5cm.
Farcire con il ripieno freddo il disco, adagiare l'altro disco sul ripieno e pizzicare la pasta per la chiusura.
Friggere e servire.

Vino:

Cantina Piero Mancini: Brut Pinot Chardonnay, Pinot - Chardonnay
Un delizioso “Brut” di gran classe, dal sapore raffinato e da un persistente “perlage”, ottenuto con metodo “Charmat” solo da uve selezionate di Pinot e Chardonnay prodotte nelle vigne di Piero Mancini.

Note:

Trattandosi di un piatto abbastanza 'versatile' può anche essere personalizzato a seconda dei gusti o di esigenze particolari.
Per esempio, per chi ha dei bambini piccoli, “sa panada” può essere realizzata con polpa di tacchino o petti di pollo.
Le panadas o impanadas ( che in sardo significa “palle”) sono le squisite tortine salate e farcite che vengono preparate in quasi tutta la Sardegna.
La panada è un piatto di origine antica, addirittura nuragica; la tradizione di prepararle si conserva tutt'oggi in molti paesi della Sardegna, in particolare ad Assemini e a Oschiri, dove viene considerata il piatto più tipico, tanto che alla panada è stata dedicata una sagra.
In genere il ripieno è di formaggio o di carne di maiale, accompagnata da verdure ma a volte viene preparata con pancetta oppure con la carne di agnello e in alcuni casi insaporita con funghi o carciofi sott’olio, senza contare le versioni ripiene di pesce, in genere anguille.
”Sa panada” veniva consumata nei giorni di festa, oppure offerta in dono a persone di un certo riguardo e rilevanza.
"Sa panada" (palla), è uno dei prodotti tipici sardi più conosciuti, ed è molto apprezzata ai nostri giorni, infatti viene prodotta con gli alimenti base della vita agro-pastorale: il guscio è costituito di pasta condita con strutto che nasconde un ripieno di formaggio, carne di maiale, agnello, bovina, anguilla, o addirittura verdure, il tutto cotto in forno senza aggiunta di alcun tipo di conservanti o altro.

il mio primo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=914360
il mio secondo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/cucina/88462/i-segreti-del-pizzaiolo/

n.b: un ringraziamento ai ragazzi della 3Beno anno 2017/18, in particolare alle alunne Manca R. e Putzolu E. che hanno una manualità eccezionale.

 

 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


-Sa panada fritta con carciofi e patate ( - )


-Sa panadas fritta con carciofi e patate ( - )















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.