Evento inserito il 23/11/2018 da Renato Aiello - Giornalista

Eventi segnalati
su Musica e Teatro

Bidonville presenta la 45esima Edizione di Fiera del Baratto e dell’Usato che si terrà il 24 e 25 novembre presso la Mostra d’Oltremare a Napoli, il riciclo e il riuso come filosofia commerciale da 20 anni ormai

immagine in primo piano

Una Fiera che esprime anche una filosofia di vita rispettando l’ambiente attraverso il riuso , dando una seconda vita agli oggetti e risparmiando materie prime a salvaguardia delle future generazioni: questa è la fiera del baratto e dell'usato, un grande evento il 24 e 25 novembre dalle h 10:00 alle 20:00 presso l’accogliente struttura della Mostra d’Oltremare a Napoli.

Da ben 44 edizioni infatti la Fiera è l'appuntamento dedicato a tutte quelle persone che sanno apprezzare #ilValoredelleCose e che soddisfano una esigenza, una passione, un desiderio a costi convenienti.

Le categorie di oggetti che ti aspettano in Fiera sono tante e per tutti i gusti!

Si va dall'artigianato al manufatto, dal piccolo antiquariato al modernariato; ma c’è spazio anche per gli appassionati di collezionismo di ogni.

La Fiera del Baratto e dell'Usato è stata creata a fine anni ’90 dall’associazione Bidonville (www.bidonville.org) con lo scopo di stimolare e condividere il riuso come pratica fondamentale per contrastare lo spreco insostenibile di risorse non rinnovabili. La Fiera, precorritrice dei tempi (l’Europa ha poi ratificato una politica ambientale basata sull’uso sostenibile delle risorse, la prevenzione e il riciclaggio dei rifiuti), è divenuta con gli anni un’occasione importante per divulgare una cultura ambientalista e solidale e di commerciare e scambiare oggetti, che altrimenti andrebbero a inquinare l'ambiente. Nell’ambito della Fiera hanno preso vita a Napoli i primi laboratori di riuso, di riciclo creativo e ha fatto capolino per la prima volta l’idea di baratto, come valida possibilità alternativa all’economia tradizionale.
A distanza di 20 anni dai primi passi di Bidonville, oggi adottare le tre R d’oro: riduco, riuso, riciclo è un’abitudine che una grande parte della popolazione italiana ha assunto. Complice la moda del Vintage, barattare, regalare e acquistare oggetti usati oggi è una scelta “di moda” che combina estetica ed etica. Ambiente e lavoro è un abbinamento che prima non veniva considerato e solo oggi rientra nell’agenda politica. La Fiera del Baratto e dell’Usato è da vent’anni la dimostrazione che si può fare qualcosa di produttivo che fa bene all’ambiente e fa bene alla tasca. Il commercio di oggetti usati è di fatti una grande opportunità di creare reddito e occupazione nel rispetto dell’ambiente e di pezzi della nostra storia.
Partecipare alla fiera significa unire l’utile al dilettevole: permette di acquistare pezzi unici ed originali a prezzi ridottissimi in controtendenza con il consumismo omologante che sta mettendo in serio pericolo l’ambiente e creando squilibri sociali ed economici a livello globale.
Il mondo che immaginano i creatori della fiera e le persone che la visitano è un mondo sostenibile e sano in cui si realizzano lo scambio e la condivisione di tempo e oggetti che racchiudano il valore affettivo del tempo.
La Fiera del Baratto e dell’Usato di Napoli, che con più di 20 primavere è oramai un’istituzione per la città, si tiene due volte l'anno dal '97. L’appuntamento di novembre è il più atteso per acquistare regali unici per Natale o per farsi un regalo vintage da sfoggiare a Capodanno.

Collezionisti, nostalgici, famiglie attente all’ambiente, giovani e meno giovani, sarà un pubblico trasversale di oltre 20 mila persone ad invadere la Mostra D’Oltremare dove ci saranno oltre 700 espositori divisi secondo le aree tematiche: artigianato, modernariato, collezionismo, antiquariato, di tutto di più.

Alla Fiera è possibile trovare dalle ceramiche ai giocattoli, ai francobolli, ai dischi, alle monete, passando per libri e pezzi di ricambio dei PC datati, ma anche mobili antichi e mobili realizzati con materiali recuperati, gioielli e bijoux, abiti da sera, opere d'arte esclusive come quelle degli artisti del riciclo e del restyling la cui missione è legata a temi ambientali, al consumo etico ed ai prodotti eco-compatibili. Interessante la sezione “di tutto di più” così detta “svuota cantine”, dove trovano spazio i banchi dei veri protagonisti della fiera, cittadini che desiderano scambiare e rivendere i mille oggetti che negli anni si sono accumulati in cantine, armadi, cassetti e bauli di casa. Sono loro a dare quel qualcosa in più alla fiera, non essendo abitudinari di questo evento lo vivono come una vera e giocosa festa, luogo di incontro e salotto straordinario per un week end. Va ricordato che proprio dalle antiche sezioni “vinili” e “fumetti” della Fiera del Baratto e dell’Usato sono nati Discodays e Napoli Comicon, eventi che oggi attraggono migliaia di giovani in città.

Costo di ingresso: €5/intera giornata (gratis per bambini sotto i 12 anni e over 70)  

Info : 081/5529988 - 392/3729728
Website: https://www.fieradelbarattoedellusato.it/
Facebook: https://www.facebook.com/fieradelbarattoedellusato/
Instagram: https://www.facebook.com/Bidonville2.0/

 


evento segnalato su www.musicaeteatro.com by www.spaghettitaliani.com


 

 


 

Ritorna l’imperdibile appuntamento con Fiera del Baratto e dell’Usato!
 ( Bidonville è lieta di invitarti alla 45esima Edizione di Fiera del Baratto e dell’Usato che si terrà il 24 e 25 novembre presso la Mostra d’Oltremare a Napoli )

















Copyright © 2018 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.