Utenti attivi nel Network di spaghettitaliani: 3.262

pagina per la stampa

Spettacoli

Condividi

inserito da:

Renato Aiello

Protagonista

renatoaiello

Data evento: dal 23-01-2018 al 27-03-2018
“Cinémardi #6” è la rassegna cinematografica organizzata dall’Institut français di Palermo al Cinema De Seta che porta in sala una lunga serie di film francesi dal 23 gennaio al 27 marzo 2018, si inizia con Truffaut

Ritorna il cinema francese al Cinema De Seta a partire da martedì 23 gennaio 2018 con la sesta edizione della rassegna Cinémardi, organizzata dall’Institut français Palermo in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo.

François Truffaut e Maurice Pialat sono sicuramente i due cineasti che hanno la maggiore influenza sul cinema francese contemporaneo e non è un caso che questa sesta edizione di Cinémardi si apra il 23 gennaio alle 21 con Lle Dernier Metro di Truffaut e si chiuda con Pialat a fine marzo, il 27 per la precisione.


Truffaut, figura fondamentale della Nouvelle Vague, incarna oggi, ed è praticamente l’unico, un cinema francese che è allo stesso d’autore e grande pubblico. Premiato ai suoi tempi da dieci César, L’ultimo metrò è stato, come ricorda Frédéric Bonnaud, all’origine di un malinteso in patria che sarebbe l’ora di dissipare: poiché fu il film più costoso e il maggior successo commerciale di Truffaut, si insinuò a lungo che fosse un film consensuale e accademico – d’altronde è pur sempre un film in costume – con il quale il regista, all’apice della sua gloria, avrebbe raggiunto una certa “nuova qualità francese” affidandosi allo star system (la coppia formata da Catherine Deneuve e Gérard Depardieu, entrambi magnifici),
rinnegando così i suoi ideali di gioventù. Rivisto oggi, L’ultimo metrò, allo stesso tempo un affresco sull’Occupazione e un film molto personale, appare come uno dei film più luminosi del suo autore e l’apice della sua arte narrativa. A Parigi nel 1942, durante l’Occupazione tedesca, una compagnia teatrale prova un nuovo spettacolo sotto la direzione dell’attrice principale e direttrice del teatro. Suo marito, ricercato dai nazisti, si nasconde nello scantinato del teatro.

«Insieme a I 400 colpi, L’ultimo metrò resta il maggiore successo commerciale di Truffaut. È anche il film del riconoscimento definitivo e l’inizio di un malinteso riguardo il suo posto nel panorama del cinema francese. Lungi dall’essere un film di compromesso come viene spesso descritto, L’ultimo metrò non fa nessuna concessione e rappresenta la grande riflessione che Truffaut conduce sul potere e sui limiti dello spettacolo. L’intimità è ovunque in un film che è un sogno hollywoodiano, ma nascosta pudicamente dalla perfezione della realizzazione», dice Frédéric Bonnaud, di Les Inrockuptibles.


evento segnalato su www.musicaeteatro.com by www.spaghettitaliani.com

SPAGHETTITALIANI SOCIAL NETWORK

Buona sera anonimo

per inserire un proprio commento si deve essere registrati ed effettuare il login


Associazione Spaghettitaliani

La News che stai visualizzando contiene uno spazio interattivo dove, se vorrai, potrai aggiungere un tuo commento.
Per potere inserire un proprio commento si dovrà essere registrati ed avere preventivamente effettuato il login.


News spaghettitaliani