<- 2017

2019 ->

Dicembre 2018


1

Flan di parmigiana di melanzana, provola ed emulsione di pomodorino del Vesuvio

inserita da:


Enzo Pirone Villaricca (Napoli)


2

Tortelli di Zucca

inserita da:


Salvatore Viviani Reggio Emilia (Reggio Emilia)


3

Cacio e pepe Ubriaco al Cesanese del Piglio

inserita da:


Stefano Bartolucci Valmontone (Roma)


4

Uova sode alla mimosa

inserita da:


Mario Savona Comun Nuovo (Bergamo)


5

Baccalà in umido con patate Silane e Olive Ogliastre nostrane

inserita da:


Gerardo Del Duca Torre Orsaia (Salerno)


6

Cacio e pepe

inserita da:


Giovanni Micomonaco Treviso (Treviso)


7

Hamburger di ricotta aromatizzata agli agrumi con pomodorini confit

inserita da:


Pasquale Franzese Iglesias (Carbonia Iglesias)


8

Calamaro imbottito

inserita da:


Nunzio Asilo Torre del Greco (Napoli)


9

Trasparenza di Baccalà con olive taggiasche, pomodori secchi e origano

inserita da:


Fulvio Siccardi Torino (Torino)


10

Emozioni di settembre

inserita da:


Maison Milady Napoli (Napoli)


11

Risotto al Trevigiano con crema di capra e crostini di parmigiano

inserita da:


Nicola Rosato Roma (Roma)


12

Cozze della riviera ligure

inserita da:


Mario Savona Comun Nuovo (Bergamo)


13

Cuccia

inserita da:


Luigi Farina Palermo (Palermo)


14

Seppiolina arrosto profumata con zeste di limone, sfusato amalfitano candito su crema di patate, cipollotto nocerino e cialda di pane croccante

inserita da:


Giovanni Pastore Sant'Egidio di Monte Albino (Salerno)


15

Piccante ma non troppo

inserita da:


Antonino Di Carlo Raffadali (Agrigento)


16

Spaghetti alla crema di caffè

inserita da:


Giuseppe Esposito Foligno (Perugia)


17

Intensità della terra e del Mare

inserita da:


Simone Pezzulla Cogliate (Monza e della Brianza)


18

Pan Cacao

inserita da:


Renato Aiello Napoli (Napoli)


19

Fragole con Panna Natalizie

inserita da:


Gian Maria Le Mura ()


20

Filetto di sgombro in oliocottura su crema di fagioli, spinaci e gocce di crauto viola

inserita da:


Pasquale Esposito Milano (Milano)


21

Gelato al pecorino dei Monti Sibillini con gelatina di grappa di Verdicchio e semi di canapa caramellati della Vallesina

inserita da:


Paolo Brunelli Agugliano (Ancona)


22

Buslàn con crema al vino

inserita da:


Daniela Sippi Piacenza (Piacenza)


23

Struffoli della Tradizione

inserita da:


Antonella Orsini Napoli (Napoli)


24

Cartellate pugliesi

inserita da:


Nicoletta Semeraro Martina Franca (Taranto)


25

Il Peperone natalizio

inserita da:


Alfonso Crisci San Gennaro Vesuviano (Napoli)


26

Minestra maritata

inserita da:


Gerardo Del Duca Torre Orsaia (Salerno)


27

Fettine di vitello al forno a modo mio

inserita da:


Luigi Farina Palermo (Palermo)


28

Buccellato

inserita da:


Roberto Lombardo Palermo (Palermo)


29

Amaretti Siciliani

inserita da:


Loredana Lunetto Novellara (Reggio Emilia)


30

Raviolini farciti con gamberi e scamorza affumicata al profumo di limone in guazzetto di frutti di mare

inserita da:


Fabio Ometo Napoli (Napoli)


31

SFINCIONE IN TEGLIA

inserita da:


Daniele Vaccarella Palermo (Palermo)


 

Zuppa di verza e castagne

 

Antipasti - Antipasti caldi

Antipasti - Antipasti caldi

 

inserita da:

Paolo De Gregorio

Paolo De Gregorio da Sant'Agata sui due Golfi (NA)

 

foto piatto

Dosi per: 4

200 gr. di castagne spezzate
1 spicchio d’aglio
1 pizzico di peperoncino
2 etti di crostini di pane
2 kg. di verza
olio extra vergine di oliva
sale
un pizzico di finocchietto
2 o 3 foglioline di alloro

 

Esecuzione:

Ammollare le castagne per circa 7-8 ore, quindi lessatele in abbondante acqua insieme a due massimo tre foglioline di alloro. Cuocete per circa un’ora, finchè avranno raggiunto il loro punto di cottura.
In un’ampia pentola soffriggere in olio extra vergine d’oliva uno spicchio di aglio appena rosolato, togliere l’aglio e aggiungere la verza con un poco di acqua. Farla cuocere per circa 40 minuti a fuoco lento. A questo punto unite alla verza le castagne, precedentemente cotte, e aggiungete dei semi di finocchietto selvatico di San Costanzo (zona tipica di Massa Lubrense ).
Servite la zuppa calda in ciotole di ceramica, eventualmente aggiungendo crostini di pane ed un filo d’olio extra vergine di oliva.

 

Regione: Campania

 


per contatti: biennale@spaghettitaliani.com