<- 2017

2019 ->

Aprile 2018


1

Vitello tonnato Vitel Tonne'

inserita da:


Gian Maria Le Mura ()


2

Torta Pasqualina

inserita da:


Pasquale Esposito Milano (Milano)


3

Gamberoni agli agrumi alla moda dello chef

inserita da:


Mario Savona Comun Nuovo (Bergamo)


4

Torta di Mele Morbida

inserita da:


Salvatore Viviani Reggio Emilia (Reggio Emilia)


5

Filetto di maiale nero in crosta di noci del Vulture, lamelle di pecorino canestrato di Moliterno e croccante di peperoni di Senise.

inserita da:


Andrea Barone Rapolla (Potenza)


6

La mia torta rustica all'arancia cannella mandorla crema di ricotta e goccia di passione all'arancia rossa e cremè di pistacchio

inserita da:


Antonino Di Carlo Raffadali (Agrigento)


7

Bavarese ai fiori di Basilico

inserita da:


Roberto Lombardo Palermo (Palermo)


8

millefoglie alle pesche

inserita da:


Simone Pezzulla Cogliate (Monza e della Brianza)


9

Involtini di pesce spada palermitani

inserita da:


Luigi Farina Palermo (Palermo)


10

Parmigiana di alici con salsa di fior di latte di Agerola

inserita da:


A Taverna Dò Rè Napoli (Napoli)


11

Arancino al nero di seppia su vellutata di mozzarella di bufala

inserita da:


Pasquale Esposito Milano (Milano)


12

Panelle palermitane

inserita da:


Luigi Farina Palermo (Palermo)


13

Strascinati con peperoni secchi di Senise IGP, mollica croccante di pane di Matera DOP e cacioricotta lucano

inserita da:


Andrea Barone Rapolla (Potenza)


14

Bruschette e crostini con crema degli dei

inserita da:


Mario Savona Comun Nuovo (Bergamo)


15

Spaghetti alla chitarra viola con stracciatella e gambero rosso crudo

inserita da:


Pasquale Esposito Milano (Milano)


16

Vermicelli con melanzane fritte

inserita da:


Luigi Farina Palermo (Palermo)


17

Molluschi e crostacei su crema di zucchine e arancia

inserita da:


Fabio Armanno Palermo (Palermo)


18

Cotoletta dei boschi

inserita da:


Celeste Ferrari ()


19

Raviolino ai carciofi con gamberi rossi

inserita da:


Gianfranco Pulina Bortigiadas (Olbia - Tempio)


20

Pan di spagna

inserita da:


Antonino Di Carlo Raffadali (Agrigento)


21

Risotto cremolato in festa croccante di parmigiano reggiano

inserita da:


Giovanni Fortugno Malta (Malta)


22

Parmigiana con fiordilatte e mortadella

inserita da:


Simone Pezzulla Cogliate (Monza e della Brianza)


23

Riso in rosso, porri, radicchio e soppressata

inserita da:


Antonio Amico Firenze (Firenze)


24

Friarielli e salsiccia

inserita da:


Angela Viola San Giorgio a Cremano (Napoli)


25

Ricciola al vapore e spuma di patate

inserita da:


Antonio Di Somma Napoli (Napoli)


26

Insalata di mare della riviera ligure

inserita da:


Mario Savona Comun Nuovo (Bergamo)


27

Bigoli alle vongole con cime di rapa

inserita da:


Salvatore Viviani Reggio Emilia (Reggio Emilia)


28

Baguette

inserita da:


Saverio Busato Singapore ()


29

Pancia di maialino da latte, mela annurca e indivia

inserita da:


Alessandro Parisi Napoli (Napoli)


30

Dessert con yogurt, lamponi e biscotti digestive

inserita da:


Bruno Carotenuto Mavrata (Athens)


 

Zuppa di verza e castagne

 

Antipasti - Antipasti caldi

Antipasti - Antipasti caldi

 

inserita da:

Paolo De Gregorio

Paolo De Gregorio da Sant'Agata sui due Golfi (NA)

 

foto piatto

Dosi per: 4

200 gr. di castagne spezzate
1 spicchio d’aglio
1 pizzico di peperoncino
2 etti di crostini di pane
2 kg. di verza
olio extra vergine di oliva
sale
un pizzico di finocchietto
2 o 3 foglioline di alloro

 

Esecuzione:

Ammollare le castagne per circa 7-8 ore, quindi lessatele in abbondante acqua insieme a due massimo tre foglioline di alloro. Cuocete per circa un’ora, finchè avranno raggiunto il loro punto di cottura.
In un’ampia pentola soffriggere in olio extra vergine d’oliva uno spicchio di aglio appena rosolato, togliere l’aglio e aggiungere la verza con un poco di acqua. Farla cuocere per circa 40 minuti a fuoco lento. A questo punto unite alla verza le castagne, precedentemente cotte, e aggiungete dei semi di finocchietto selvatico di San Costanzo (zona tipica di Massa Lubrense ).
Servite la zuppa calda in ciotole di ceramica, eventualmente aggiungendo crostini di pane ed un filo d’olio extra vergine di oliva.

 

Regione: Campania

 


per contatti: biennale@spaghettitaliani.com