Close

Questo sito utlizza cookie. Può leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.

questo Blog - attivo dal 23/11/2013 - è stato visto 101.923 volte

Chef Amici del Cuochino

Pino Nacci

Roma

 

Visibilità Mensile

 

2016

2017

2018

Gennaio

792

2.298

3.715

Febbraio

1.305

3.324

2.136

Marzo

1.121

2.438

1.959

Aprile

841

3.440

2.452

Maggio

1.211

3.703

2.253

Giugno

1.227

2.438

3.070

Luglio

937

2.232

2.138

Agosto

954

2.081

2.695

Settembre

894

1.608

1.743

Ottobre

1.019

2.282

2.436

Novembre

1.062

2.430

1.553

Dicembre

3.467

3.238

0

 

 
 

2016

 

2017

 

2018


STATISTICHE DEL BLOG

logo utente
avatar utente
Pino Nacci
Chef

Socio Ordinario dell'Associazione Spaghettitaliani

Socio Ordinario dell'Associazione Spaghettitaliani

Admin Blog



- Bruxelles (Belgio)


Pino Nacci, Presidente della F.I.C. Federazione Italiana Cuochi in Belgio.
Figlio d’arte di genitori chef, ex titolari di un noto ristorante in viale Manzoni a Roma, "Le Quattro Stagioni"; fin da ragazzino approfondisce le sue conoscenze in materia anche verso il ramo della pasticceria, trovando lavoro presso un rinomato pasticcere romano, Gino Rossini a due passi da Piazza Navona, a Roma. Qui ha imparato, grazie a questo grande maestro, alcuni segreti e tecniche di questo meraviglioso mondo.
Diplomatosi alla scuola alberghiera torna a Roma, lavorando per un po' di tempo nel ristorante di Famiglia; successivamente incomincia a lavorare nelle catene alberghiere, dove mette al meglio in pratica le proprie capacità, partecipando a molti corsi di formazione e aggiornamento, lavorando in contesti internazionali fino ad arrivare in Belgio, circa 12 anni fa, facendosi conoscere come autentico portavoce della cucina italiana all'estero, non solo dal pubblico belga ma anche dall' "Accademia della Cucina Italiana", dal Consolato Italiano, dall'Ambasciata e dal Parlamento; nonché dalle varie guide "Michelin" e dalla più prestigiosa guida gastronomica belga, "Delta".

Buona sera ospite benvenuto nel mio Blog



Pino Nacci


- Bruxelles (Belgio)


Pino Nacci, Presidente della F.I.C. Federazione Italiana Cuochi in Belgio.
Figlio d’arte di genitori chef, ex titolari di un noto ristorante in viale Manzoni a Roma, "Le Quattro Stagioni"; fin da ragazzino approfondisce le sue conoscenze in materia anche verso il ramo della pasticceria, trovando lavoro presso un rinomato pasticcere romano, Gino Rossini a due passi da Piazza Navona, a Roma. Qui ha imparato, grazie a questo grande maestro, alcuni segreti e tecniche di questo meraviglioso mondo.
Diplomatosi alla scuola alberghiera torna a Roma, lavorando per un po' di tempo nel ristorante di Famiglia; successivamente incomincia a lavorare nelle catene alberghiere, dove mette al meglio in pratica le proprie capacità, partecipando a molti corsi di formazione e aggiornamento, lavorando in contesti internazionali fino ad arrivare in Belgio, circa 12 anni fa, facendosi conoscere come autentico portavoce della cucina italiana all'estero, non solo dal pubblico belga ma anche dall' "Accademia della Cucina Italiana", dal Consolato Italiano, dall'Ambasciata e dal Parlamento; nonché dalle varie guide "Michelin" e dalla più prestigiosa guida gastronomica belga, "Delta".


logo utente

Chef


ULTIMI CONTRIBUTI INSERITI

Ricetta Fotografie Filmato

Evento

ULTIMO ARTICOLO INSERITO

non sono presenti Aricoli


MESSAGGI



spaghettometro

5,00

indice di gradimento degli spaghettari da 0 a 5

1

2

3

4

5

inserisci la tua valutazione


Ultimo commento inserito

non sono presenti commenti

inserisci un tuo messaggio in Bacheca


Iscritto/a in 1 Gruppo

Chef Amici del Cuochino


Pino Nacci ha partecipato al Libro Una Ricetta al Giorno... ...leva il medico di torno!

con la ricetta:
Noci di capesante dorate su letto di cipolle rosse, con fegato grasso d'oca, filetti di triglia arrostiti e riduzione al Marsala

inserita nel giorno: 21/12/2014

COME AVERE IL LIBRO (COPIE IN ESAURIMENTO)


Ultima fotografia inserita: Fotografia inserita su spaghettitaliani.com da Pino Nacci: Noci di capesante dorate su letto di cipolle rosse, con fegato grasso d'oca, filetti di triglia arrostiti e riduzione