Le Ricette di Pasquale Franzese - Chef

Pasquale Franzese

             

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 02/04/2017 alle ore 16.03.41

Struffoli

Biscotti, dolci fritti

Questa ricetta, nel giorno 19-08-2019, è stata vista 161 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 0 volte, nel 2017 è stata vista 55.036 volte,
e nel 2018 è stata vista 20.369 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Autore della Ricetta:

Pasquale Franzese

Chef/Docente di enogastronomia

Dosi per: 10

Impasto struffoli:
500 gr. farina 00, 100 gr. fecola di patate, 50 gr. zucchero, 80 gr. strutto o burro, 4 uova, 4 tuorli, ½ limone grattugiato, 50 ml. anice o limoncello, ½ bustina di vaniglia, 5 gr baking;
per la glassa:
400 gr. miele, 100 ml. limoncello, 200 ml. acqua;
per la decorazione:
50 gr. confettini colorati (a Napoli si chiamano diavulilli), 50 gr. confettini cannellini (confettini che all'interno contengono aromi alla cannella), 100 gr. di arancia candita, 100 gr. di cedro candito, 50 gr. di zucca candita (si trova solo a Napoli: si chiama “cucuzzata”);
per friggere:
1 l. olio di semi

Regione: Campania

Esecuzione:

Procedimento:
impasto struffoli:
impastare tutti gli ingredienti tranne le uova che vanno aggiunte poco alla volta, lasciare riposare la pasta per 30 minuti.
Formare dei cilindri e tagliare allo spessore di 5 mm. “procedimento tipo gnocchi di patate”.
Immergere nell'olio bollente gli struffoli e lasciare sgocciolare il tutto.

Glassa per gli struffoli:
in una pentola sciogliere tutti gli ingredienti.
Fuori dal fuoco versare gli struffoli nella glassa e mescolare gli struffoli con l’aiuto di un cucchiaio.

Assemblaggio: versare gli struffoli in un piatto, decorare con i confettini e frutta candita.


n.b gli struffoli possono essere cotti anche in forno a 180°C per 10/15minuti.

Vino:

Cantina Meloni: Moscato di Cagliari Donna Jolanda è un vino bianco dolce a Denominazione di Origine Controllata, Moscato di Cagliari, ottenuto da uve Moscato in purezza.

Note:

E' un dolce partenopeo natalizio, in alcune regioni dell'Italia viene preparato anche a carnevale. Risale all'età dei Greci al tempo di PARTENOPE, dal greco deriverebbe il nome “struffolo” precisamente dalla parola “strongoulos”, arrotondato, precisamente “strongoulos pristòs”pallina rotonda tagliata. Qualcun altro fa derivare la parola Struffolo da “strofinare”, il gesto che si fa per lavorare la pasta per modellarla a cilindro prima di tagliare e fare le famose palline dalla dimensione di un cece.

il mio primo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=914360
il mio secondo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/cucina/88462/i-segreti-del-pizzaiolo/

 

 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


Struffoli ( - )


Struffoli ( - )















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.