Le Ricette di Borgo Antico

Borgo Antico

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 09/02/2012 alle ore 16.28.26

Carciofi alla giudia

Contorni - Contorni

Cuochino d'Oro 2017

Vota la ricetta

si può votare solo una volta ogni 24 ore


voti ricevuti: 18

Questa ricetta, nel giorno 11-12-2017, è stata vista 0 volte

Nel 2016 (dal giorno 03/09/2016) è stata vista 492 volte, e nel 2017 è stata vista 6.097 volte

le statistiche delle ricette inserite nei Blog sono state attivate il 03/09/2016

Autore della Ricetta:

claudio

titolare

Dosi per: 4

carciofi, possibilmente Cimaroli romaneschi, sale, pepe, olio per friggere, e, facoltativo, aglio e mentuccia

Regione: lazio

Esecuzione:

Tagliate il gambo dei carciofi e le prime foglie più dure po,i con un coltelllino affilato, tagliate a giro, da circa metà base, le foglie andando man mano sempre più in alto ed all'interno fino a formare come un bocciolo di rosa. Strofinate il carciofo con un mezzo limone per non farlo annerire e procedete con gli altri. Nel frattempo( questa è una mia eccezzione non obblicatoria) tritate uno o due spicchi di aglio e uniteci una buona pizzicata di mentuccia. Una volta taglaiti tutti i carciofi prendetene uno per volta. battetelo leggermente a punta in giù e infilate al centro il dito pollice cercando di arrivare alla base, al cuore, e cercate di raggiungerlo con una generosa pizzicata di pepe e sale e poi il trito di aglio e mentuccia(facoltativo).
Prendete un tegame alto e riempitelo fino a metà di olio di semi, nettetelo sul fuoco a fiamma molto bassa ed immergetevi i carciofi girandoli di tanto in tanto fino a che, provando ad infilare con una forchetta la base del gambo, risultino teneri, ma non troppo altrimenti si spappoleranno nella fase successiva. Scolateli e lasciateli raffreddare( potete anche riporli in frigo e cuocerli il giorno dopo), poi alzate la fiamma dell'olio, portatelo ad alta temperatura, infilate un carciofo per volta dalla parte del gambo ed immergendolo nell'olio caldissimo esso si aprirà facendo un gra fragore, Lasciatelo rosolare bene e poi scolatelo. Buon appetito

Vino:

con i carciofi il vino non lega molto


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità



















Copyright © 2017 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.